1986. ”Natura e Nature 6x6”, L'Aquila, Forte Spagnolo; Torre de Passeri (PE), Abbazia di San Clemente; Pescara, Spazio De Giorgi Mostre. 

1989. Bologna Palazzo Re Enzo. THE COLOR AFTER.

1999 - 8-23 maggio. Solighetto (TV)

 

GRAFFITI

 

 

Vincitore 3a Internazionale di Fotografia.

 1999. GRAFFITI. Mestre (VE), Galleria Il Ponte.

 

 

 

 

 

 

 

2000 29/8-10/9 DANZA D'ASFALTO. Bologna, Palazzo dei Notai 

2002. GRAFFITI. Fotopadova. Fiera di Padova.

 

 

 

 

2004. 5-28/4. Macerata. Spiti Valley - Spedizione sulle tracce di GIUSEPPE TUCCI. Nell'ambito della Mostra Multimediale "Tucci Esploratore dell'Anima.".

 

 

 

 

2006- Ottobre-Dicembre. Volti e Architetture Berbere. Aeroporto G. Marconi, Bologna.

 

 

 

 

Maggio 2009. AMAZIGH. Voci, Volti e Architetture Berbere. Libreria Equilibri. Milano.

 

 

 

2009 - 6/6-6/9. La Magia della Polaroid. Gli autori italiani incontrano il mito. Bibbiena (Ar).

 

 

 

 

 

2009. 29/1-19/2.  Armenia Pallida Madre.Il Tucano Concept Store, Torino.

 

 

 

2009-19/9-11/10. Fotografia come Arte. Villa Mirra. Cavriana (Mn). 

 

 

 

Febbraio-Aprile 2010. AMAZIGH Immagini di Barberia. Rabat, Casablanca, Oujida (Marocco) 

Catalogue: http://issuu.com/lepointsurlei/docs/ici_catalogue_amazigh_by_isolde_150110_batol_-_iss

 

2012. 4-7 Ottobre. Milano ISO 600 Impossible.

 

 

 

2013-28/6-19/7. E' Viazz, Itinerario creativo del Circolo Fotografico Bolognese. Galleria B4. Bologna.

 

 

Recensione del Portfolio "GRAFFITI"

nel N° 3 del Magazine Americano PRYME dedicato al Portrait

 

 

 

http://prymeeditions.com/shop/copy-of-issue-4-combining-instant-images-diptychs-triptychs-and-collage-pre-sale

 

 

 

 

POLAROID RESURRECTION

Melbourne (Australia) 4-22 April 2015

 

Istantanee dall'Himalaya

 

Pistoia ARTEMURA

24 Aprile-13 maggio 2016

 

Pennabilli (RM)

24 settembre-8 ottobre 2016

Ricordi d'Armenia

Milano SpazioGmarte 15-22 ottobre 2016

https://nadirnews.wordpress.com/2016/10/11/milano-un-viaggio-in-armenia/

https://www.linkedin.com/pulse/un-viaggio-anatolia-mostra-fotografica-di-luigi-arch-giulia-maselli?trk=prof-post

 

ISO600-Esposizione collettiva di oltre 60 artisti italiani e internazionali nella sede del MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna

(25-28/05/2017)

 

 

 

https://www.iso600.it/festival-edizione-2017/artisti/

 

Vincitrice dell' Imaggeo Photo Contest (EUG Wien-2018)
https://blogs.egu.eu/geolog/tag/imaggeo-photo-contest/

SPESSORI  DI  LUCE

Emiliano Barbieri, Paola Luciani, Davide Manti, Lodovico Pignatti Morano, Pierluigi Vannozzi, Luigi Vigliotti

5-27 luglio 2018. GALLERIA B4, Via Vinazzetti 4/b (zona universitaria) Bologna.

Si dice sovente che a inventare la Fotografia (trasmettendone l’inquadratura, la prospettiva albertiana e l’ottica della camera obscura) siano stati i pittori. Io invece dico: sono stati i chimici. […] è stato possibile dal giorno in cui una circostanza scientifica (la scoperta della sensibilità alla luce degli alogenuri d’argento) ha permesso di captare e di fissare direttamente i raggi luminosi emessi da un oggetto variamente illuminato”. Così scriveva Roland Barthes nel saggio del 1935, “La camera chiara”, sottolineando quale elemento imprescindibile e fondamentale per l’esistenza stessa della fotografia la luce; che ne conferma anche la propria radice etimologica di “scrittura con la luce”. La luce, come tutte le onde elettromagnetiche, interagisce con la materia. Il raggio luminoso, colpendo un oggetto, lo proietta nello spazio e lo rende visibile. L’azione fotografica altro non è che il risultato dell’imprimersi di questa proiezione, data dall’azione della luce su un oggetto, su determinate sostanze chimiche; una sorta di rivelazione chimica dell’oggetto.Il fotografo impone la sua volontà sulla luce dandole forma e rendendola eterna. La fotografia, porta in sé anche uno spessore implicito di testimonianza, di assenza, di scelta di composizione e, le sue componenti essenziali quali la luce e il tempo, rendono eterno l’oggetto dell’indagine fotografica.           Angelo Russo  

 

26 Gennaio -28 febbraio 2019 - LICHTGESIST -  GALLERIA B4 BOLOGNA

 

REFERENCE LANDSCAPES

Polaroid Transfer di Luigi Vigliotti

 

La fotografia di paesaggio è la prova suprema del fotografo – e spesso la sua delusione suprema (Ansel Adams)

 

Sei paesaggi di riferimento dei sei continenti del nostro pianeta. Luoghi non casuali, ma con una precisa connotazione geografica, mescolata ad una valenza di sacralità:

L’imponente monolite di Ayers Rock (Uluru) per l’Australia, il Sacro Monte Kailash per l’Asia, la mistica Monument Valley per l’America, le ipnotiche guglie dell’Assekrem per l’Africa, il fuoco dell’Etna (Mongibello) per l’Europa e il solitario vulcano Melbourne per l’Antartide.

Sei luoghi che non hanno bisogno d’ autore, ma che la Magia della Polaroid trasforma in miniature dal sapore pittorico, in icone del paesaggio. Ad occhio nudo la fotografia sembra un parente lontano se non si considera che la gelatina Polaroid le ha convertite dalla Luce.

LICHTGEIST

 

23-30 Giugno 2019 - Galleria ROONEEY 247

 

  TOKYO

 

VISUALI ITALIANE

Rescued from Darkness by Luigi Vigliotti

 

 

 

 

 Back to the Past (Sezione Memorie: Ricordi D'Armenia - Luigi Vigliotti)

 

Corigliano Calabro Fotografia (3-7 Luglio 2019)

ON THE ROAD-PEP COLLECTIVE EXHIBITION BERLIN- Fishtank October 11-24, 2019

Anne-Marie Michel, Alex Currie, Eric Davidove, Guus Bakker, Ancuta Muresan, Fabio Bicudo, Jean-luc Bohin, Enrico Dedin, Ionut Cirja, Diletta Siagianni, Ian Forsyth, Sebastian Gil, Florencia Schvimer, Daniel Heilig, Natalie Hoyos-Herrmann, Shinya Itahana, Adrienn Józan, Fran NÚÑEZ, Irene Tondelli, Valentino Petrosino, Rachel Letchford, Serkan Çolak, Zakaria Wakrim, Luigi Vigliotti, Nina Weinberg Doran, Suzanne Engelberg, Ilja Vandenbroucke, Tanvi Jaiswal.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Luigi Vigliotti Viale Angelo Masini 46 40126 Bologna